NICOLAS DENINO

TONDO PITTI

In quest’opera l’artista fa appello a una memoria culturale collettiva; un’immagine che riproduce una nota opera giovanile di Michelangelo, il Tondo Pitti. Si tratta di un bassorilievo marmoreo eseguito tra il 1503 e il 1505 per devozione privata. La riproduzione dell’opera, riportata su tela, è diventata lo sfondo di un paesaggio interiore dove si sono posizionati piccoli cerchi blu che dialogano con la forma generale del bassorilievo (un tondo) e con i visi e i corpi delle figure, dalle linee delicate ma dalla struttura possente. L’energia delle forme è qui come contenuta, presentata in un equilibrio ritrovato, nello stato di quiete di una nuova sintesi.

Francesca Pagliuca