NICOLAS DENINO

LIQUID -1-

Anche in questa serie osserviamo l’emergere di energie concrete che prendono la forma di cerchi blu. Forme in movimento che popolano pagine ingiallite, fogli bianchi, testi di prosa o poesia. Si avvicinano e si distaccano, “galleggiano”. Il carattere di queste forme è liquido, nella accezione che ne da Bauman, ossia di incertezza e di indeterminatezza, di mobilità, di instabilità; questi aspetti stridono con la solidità delle parole scritte che costruiscono architetture narrative, gabbie tipografiche che cercano di dare una guida, di incasellare questi elementi dalla natura fluida e mobile.

Francesca Pagliuca